Home

  

 facebook

twitter

  

Agenda

Ultimi documenti segreterie regionali

Share

  • Comunicato su incontro PCL 18 gennaio 2017

  • Contratti a tempo determinato in Poste italiane

  • ASSENTEISTI A CHI? - 29 dicembre 2016

  • UN’OCCASIONE PERSA Riunione Commessa EQUITALIA - messi notificatori

ASSENTEISTI A CHI? - 29 dicembre 2016

Share

ASSENTEISTI A CHI  29-12-2016 copia

 

 

Logo

 

 

  

ASSENTEISTI A CHI?

 

“…questi successi l’abbiamo costruiti insieme, centro e territorio, staff e produzione. Tutti insieme una unica grande squadra diffusa su tutto il territorio, capace di straordinari slanci emotivi insieme ad azioni di estrema concretezza.

Però quando è tempo di bilanci dobbiamo dirci anche le cose che non sono andate bene.

In primo luogo l’assenteismo, che cresce di anno in anno, soprattutto quello per infortunio, permessi sindacali, legge 104 ecc…

In questo modo l’Ing. Marchese ha concluso   la sua lettera di Auguri a tutti i colleghi di MP, il suo bilancio di fine anno, di quei bilanci privi di numeri incolonnati ma colmi di quelle valutazioni, un po’ tecniche un po’ emozionali, che un Capodivisione invia tra Natale e Capodanno per scuotere gli animi di chi ha lavorato per produrre utili e merita l’attenzione del Capo almeno una volta l’anno…una lettera di fine anno quindi, che il Vice Direttore Generale di Poste Italiane ha inviato in tutti gli uffici e che in tutti gli uffici è stata affissa e distribuita ai lavoratori.

Affisso ovunque, dunque, risuona lo stridore di un passaggio che non solo stona fortemente per l’errore linguistico, quasi semantico, del termine utilizzato “assenteismo” (!) ma che colpisce nel profondo ben oltre l’errore stesso, giungendo forte e chiaro alla violazione grave di diritti che non sono previsti a caso dal nostro Ordinamento legislativo: l’assistenza alla disabilità grave, la salute sul lavoro, la tutela dei lavoratori.

Ed è come Organizzazione Sindacale preposta, per normativa costituzionale (articoli 17, 18, 39) e ordinaria (legge N.300/70) alla tutela dei lavoratori e dei loro diritti - Organizzazione Sindacale fatta di uomini e donne che ogni giorno si interfacciano direttamente con chi chiede aiuto per situazioni anche molto gravi legate alla tutela della legge 104 e dell’infortunio sul lavoro- che siamo qui a chiedere spiegazioni e scuse all’Ing. Marchese.

Spiegazioni perché è legittimo e doveroso che l’Ing. Marchese ci spieghi l’accanimento verso chi, non certo per piacere personale, ha dovuto assentarsi per disabilità grave o infortunio sul lavoro; l’accanimento di inserire chi versa in stato di bisogno in un’operazione triste e demagogica che individua i deboli per contrasto: leggendo la lettera dell’Ing. Marchese c’è stato infatti chi ha prodotto i risultati e chi invece, per contrasto, è andato ad occupare le file dell’assenteismo. E questo assenteismo i direttori degli uffici postali e i responsabili aziendali dovrebbero provvedere a ridurre. Ma in che modo? Cos’è, un invito collettivo del Capo a violare tutti insieme i diritti tutelati? Oppure i capi postali si stanno ergendo a legislatori, pronti ad auto-attribuirsi il potere di modificare le leggi che infastidiscono la produzione del profitto e la discrezionalità aziendale?

E poi, Assenteisti a chi, caro Ing. Marchese?

Sa, potremo anche noi, qui e ora, individuare alcuni soggetti per contrasto; potremo ad esempio sottolineare il contrasto tra chi lavora in trincea tutti i giorni, stretto tra le pressioni dei clienti e della dirigenza, stretto tra il diritto di ammalarsi e la carenza cronica di personale negli uffici, e chi invece pontifica dall’alto con un divario sempre più sentito tra status e stipendi, tra privilegi e diritti calpestati, violati e derisi, all’interno della più grande azienda di servizi del paese; azienda protagonista di molti primati (ottenuti innanzitutto dai lavoratori!), ma che purtroppo si permette cadute di stile e di concetto inaccettabili, perché colpiscono direttamente i diritti fondamentali dei lavoratori e la rilevanza costituzionale di chi li rappresenta.

Potremo farla anche noi a dovere questa operazione di individuazione per contrasto, caro Ing. Marchese, ma ci limitiamo intanto a riportarle il significato di assenteismo: “ L’essere frequentemente o abitualmente assente dal luogo di lavoro da parte di un lavoratore durante l’orario lavorativo, in mancanza di motivi oggettivamente fondati”.     Tale significato è tratto dal Dizionario Economia e Finanza Treccani, non certo inventato da noi che siamo a suo avviso “assenteisti”, e per questo la invitiamo a trascorrere quanto prima una giornata con noi, in trincea quotidiana al fianco dei lavoratori. I lavoratori, soprattutto quelli che versano in stato di bisogno, conoscono bene l’importanza di strutture di rappresentanza pronte a sostenere le istanze del lavoro, laddove l’azienda, per quanto non voglia ammetterlo, non può arrivare perché presa da logiche di altro tipo; c’è e ci sarà sempre bisogno di chi sta dall’altra parte del tavolo, di chi non è offuscato dal mero profitto, e quindi non si scorda e non si scorderà mai la differenza tra assenteismo e tutela dei diritti; per questo noi ci siamo, e i lavoratori lo sanno. Invitiamo anche lei ad esplorare, e bene, tali aspetti, perché una grande azienda ha bisogno anche di questo.

Intanto però chiediamo le scuse, ing. Marchese, perché i lavoratori che si sono visti mettere alla berlina davanti a tutti per lo stridore di una frase erronea e irrispettosa le scuse le meritano tutte. Lo stridore di una frase erronea e irrispettosa che meriterebbe anche di essere riconosciuta formalmente come ingiuria o comportamento antisindacale da chi ha il potere formale di tali declaratorie, ma questa è un’altra storia…prima le scuse ai lavoratori, perché lo impone il rispetto dei principi che la nostra azienda tanto decanta, anche sui media e nelle pubblicità, e che tanto vorremmo veder realizzati nella pratica quotidiana!

La speranza è l’ultima a morire, soprattutto durante le festività, e quindi restiamo, per il momento, in attesa…e, come sempre, al fianco dei lavoratori…

 

Roma, 29 dicembre 2016

 

 

La Struttura Nazionale

Read More »

Previous
Succ.

 

 

Logo UIL                    formazioneuilposte

 

 

generic imitrex imitrex neurontin online pharmacy accutane online prices cheap clomiphene online generic form of doxycycline effexor xr order online buy prednisone overnight delivery buy amoxicillin oral suspension buy zithromax online generic for celebrex when available buy cheap dapoxetine online buy retin a micro gel no prescription generic proscar drug buy tramadol hcl order nexium samples buy zovirax online in uk buy ventolin 4mg online pharmacy boots order cymbalta online no prescription in us buy propecia online no prescription common antibiotics generic names order acyclovir ointment buy nolvadex arimidex xenical online order australia ciprofloxacin 500mg no prescription buy lasix 100 mg buy topiramate without buy priligy online nz generic lipitor less effective buy zithromax z-pak no prescription